ragione

Ciò che è successo, in breve, è che ci ha dato retta, a tutti quanti, si è presentato sul dischetto con una certa spavalderia e la testa piena di distrazioni, così facendo l’ha sparata alta, la squadra è retrocessa, la società per poco non fallisce, i tifosi lo hanno preso così di mira che ha dovuto cambiare squadra, ma anche là le cose sono andate sempre peggio, ha messo su peso e nel giro di due anni ha smesso di giocare, e adesso se sente oscene puttanate retoriche – sulla fantasia sull’altruismo sul coraggio sulle spalle strette – mentre quel che contava davvero erano quei tre punti del cazzo, be’, quando sente quelle puttanate retoriche digrigna i denti e ci maledice tutti – e ha pure ragione.