“è così che va”

1*nzbCQ0J-1Yx-c-_d7LeWeQ.jpegSenza che l’uomo se ne renda conto è arrivato il momento di uscire. Controlla che la valigetta contenga tutto il necessario, ogni pezzo al proprio posto. Il metallo affondato nella gommapiuma sagomata e la foto che gli è stata recapitata qualche giorno prima – anche se non saprebbe dire con esattezza quando.

(un nuovo racconto pubblicato su Medium, qui)