515 ore

Alla moglie viene consigliato un libro sull’adulterio. Fa tre isolati in metropolitana per andare a comprarlo. Il titolo è tremendo e la sola idea di leggerlo la fa sentire in imbarazzo. Così, lo nasconde in giro per la casa con lo stesso fervore con cui si nasconderebbe una pistola o un chilo di eroina. Nel libro, lui viene chiamato il partner traditore e lei il partner tradito. Tra le tante altre cose, ce n’è una in particolare che la fa morire dal ridere. È una nota a piè di pagina su come le diverse culture cercano di ricucire il matrimonio dopo un tradimento.

In America il partner traditore passa una media di 1000 ore a elaborare il fatto con il partner tradito. È il tempo necessario.

Quando lo legge, si sente molto dispiaciuta per suo marito.

Che è solo a 515 ore.

[…]

“Certe volte penso di vendicarmi” confida al marito. Lui sussulta. “E cosa avresti in mente?”.
In Africa legano la coppia di amanti e la danno in pasto ai coccodrilli.

Nell’antica Grecia la punizione era infilare un ravanello nell’ano.


In Francia la donna doveva inseguire una gallina per strada tutta nuda.

sembrava
Jenny Offill

Sembrava una felicità

trad. it di Francesca Novajra
NN Editore, 2015