menti, ricordo

Mi è venuto in mente che una cosa che mi affascina da sempre è come funziona la memoria umana, con quella strana abitudine che ha di cancellare quasi completamente momenti importanti della vita e di conservarne altri tutto sommato banali.
Cose del tipo ricordare solo vagamente la propria laurea ma saper ricostruire di che gusto era quel gelato là, anni e anni fa.
Però c’è una cosa della memoria umana che mi affascina ancora di più, ed è quando crea ricordi falsi, o meglio ancora, li riscrive.
Cose del tipo oggi, che volevo citare sul twitter una celeberrima scena di Alien che avrò visto manciate di volte, e poi sono andato a controllare e ho scoperto che in quella scena là non si dice affatto “Escono dalle fottute pareti”, bensì “Vengono fuori dalle fottute pareti”, che è circa la stessa cosa, ma insomma, parafrasata. E sembra che non sia solo la mia, di memoria, che c’ha sto vizio di parafrasare, perché “Escono dalle fottute pareti” su google dà più di centomila risultati, e “Vengono fuori dalle fottute pareti” meno di trentamila. Pensa un po’ te.

Scrivi quel che vuoi, ma con garbo.

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...